LAST NEWS
Spid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’esteroMinori in vacanza Garante privacy a media: evitare dannose esposizioniSicurezza sul lavoro e diritti al cinema: a Torino la prima edizione del Job Film DaysCoronavirus, le linee guida del Mit: dalla misurazione della febbre prima di salire sul scuolabus al distanziamentoIl rientro al lavoro dei soggetti fragiliGarante per la Privacy, Stanzione è il nuovo presidenteCoronavirus, al via allo Spallanzani la sperimentazione del vaccino italianoCOVID-19: gestione del rischio e sfera di competenza del datore di lavoroInfortuni sul lavoro, ferito un operaio ArcelorMittalIl Bonus vacanze arriva via app: richieste dal 1° luglio, ecco come ottenerloScuola: Privacy, pubblicazione voti online è invasiva Ammissione non sull’albo ma in piattaforme che evitino rischi

Bye bye camera, l’app che elimina gli esseri umani dalle fotobye bye camera

Non sarà più un problema quando nelle foto scattate in vacanza compaiono nostro malgrado passanti e turisti che rovinano la vista. Ci pensa la nuova applicazione Bye bye camera a rimuovere gli esseri umani dalla scena. Grazie ad algoritmi e strumenti di intelligenza artificiale è possibile ripulire l’immagine senza più intrusi indesiderati.

Scaricabile a pagamento dall’App store di Apple , Bye bye camera è un’iniziativa lanciata dall’artista Damjanski e dal collettivo Do Something Good di cui fanno parte anche esperti sviluppatori.

L’applicazione, il cui funzionamento non è ancora il massimo dell’efficienza, utilizza le funzionalità di Yolo , piattaforma open-source che consente il riconoscimento di oggetti e di persone, e le proprietà dell’intelligenza artificiale per analizzare e ricostruire lo sfondo, una volta eliminata la figura umana.

Naturalmente, per ottenere risultati simili si possono usare programmi come Photoshop , mentre il software After Effects di Adobe permette di estendere questa capacità a filmati e clip. D’altra parte, anche con app come Spectre è possibile la rimozione di persone o cose da una scena.


Fonte: lastampa.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37
ISO 9001 2015

Newsletter WPS

ico emailRimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein