LAST NEWS
La sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’internoWi-Fi pubblico gratuito, il Garante chiede all’Agid più tutele per gli utentiTelemarketing aggressivo. Dal Garante privacy sanzione a Vodafone per 12 milioni 250 mila euroReferti on line accessibili ad altri pazienti, il Garante sanziona un policlinicoNuove ispezioni del Garante su fatturazione elettronica, data breach e food deliverySpid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’estero

RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO

Un nuovo rischio sul posto di lavoro


Le linee guida per il Rischio Stress Lavoro-Correlato, da includere nel Documento Valutazione Rischi (DVR)

CHE COS’E IL RISCHIO STRESS LAVORO CORRELATO?
Lo stress lavoro-correlato è uno squilibrio che si verifica quando il lavoratore non si sente in grado di corrispondere alle richieste lavorative.
Il D.Lgs. 81/08 prevede la valutazione di tutti i rischi presenti in azienda, fra i quali anche il Rischio Stress Lavoro-Correlato. La circolare del Ministero del Lavoro del 18 novembre 2010 conferma le line guida per la valutazione del Rischio Stress Lavoro-Correlato da adottare a partire dal Gennaio 2011.

CHI E’ TENUTO ALLA VALUTAZIONE?
Tutte le aziende pubbliche e private sono obbligate ad effettuare la valutazione del rischio Stress Lavoro Correlato e ad aggiornare il DVR.
La valutazione viene effettuata dal Datore di lavoro, in collaborazione con l’RSPP ed il coinvolgimento del medico competente previa consultazione del’RLS.

L’articolo 28 del D.Lgs. n.81/08 (Oggetto della valutazione dei rischi) prevede che

la valutazione […] deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato secondo i contenuti dell’accordo europeo dell’8 ottobre 2004”..

Il successivo comma 1-bis dell’art. 28 introdotto dal D.Lgs. n. 106/2009 ha fissato la decorrenza dell’obbligo da Gennaio 2011.

QUALI SONO LE SANZIONI?

Per la mancata valutazione del rischio stress lavoro-correlato:
Arresto da quattro a otto mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 euro.

COSA BISOGNA FARE?
La valutazione si articola in due fasi:

  • una valutazione preliminare solitamente effettuata dal datore di lavoro per rilevare i dati oggettivi e verificabili, quali fattori del contesto lavorativo e ambientale
  • una valutazione approfondita e soggettiva dei lavoratori, anche mediante somministrazione in forma anonima di questionari

Rilevati i dati necessari, verrà elaborato un documento di valutazione del rischio dal quale si otterranno le misure adottate o da adottare per prevenire o abbattere il rischio.