LAST NEWS
Garante, no a misure locali Green Pass che violano privacy“Informative privacy più chiare grazie alle icone? E’ possibile”Covid, il Garante della privacy: “No a passaporti vaccinali, serve una legge”Vaccinazione dei dipendenti: le FAQ del Garante privacy – Principi generali e focus sugli operatori sanitariDal Consiglio d’Europa le linee guida sul riconoscimento faccialeLavoro: Garante, no all’uso delle impronte digitali dei dipendenti se manca base normativaData breach sanitari, il Garante privacy sanziona tre struttureL’obbligo della nomina del coordinatore per la sicurezza nei cantieriDati Inail: gli infortuni sul lavoro nell’anno della pandemia“Se non ha l’età, i social possono attendere”. Lo spot del Garante privacy e di Telefono Azzurro per sensibilizzare i genitori“I tuoi dati sono un tesoro”: il video del Garante per raccontare cos’è la privacyTik Tok: dopo il caso della bimba di Palermo, il Garante privacy dispone il blocco del socialMancata tracciabilità di 125 kg di prodotti alimentari, multa e denunciaSulla non responsabilità del DdL per un infortunioWhatsapp: Garante privacy, informativa agli utenti poco chiara. L’Autorità intenzionata ad intervenire anche in via d’urgenzaLa sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISS

Pesticidi, Commissione Ue vara rivoluzione trasparenza

I cittadini europei avranno maggiore accesso a tutte le informazioni scientifiche sulla sicurezza alimentare utilizzati per l’approvazione di sostanze impiegate nella filiera alimentare, inclusi gli studi forniti dall’industria.

E’ la proposta della Commissione europea, che vuole rendere più trasparente il processo di autorizzazione Ue modificando il regolamento sulla legislazione alimentare generale e altri otto, tra cui quelli sulla commercializzazione di ogm, additivi alimentari e pesticidi. L’Esecutivo Ue intende inoltre utilizzare risorse dal bilancio dell’Ue per consentire, in casi straordinari, all’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) di commissionare studi in autonomia. Per il ‘pacchetto trasparenza’ saranno impiegati 62,5 milioni di euro dal budget comune.

Il progetto della Commissione prevede anche di aumentare la partecipazione degli Stati membri alla struttura di governance e ai gruppi di esperti scientifici dell’Efsa e di migliorare la comunicazione sui rischi alimentari ai cittadini. Altre proposte sono la creazione di un registro europeo degli studi commissionati dalle società che richiedono un’autorizzazione e la consultazione delle parti interessate e del pubblico sugli studi presentati dall’industria. La proposta dell’Esecutivo è una delle risposte concrete all’iniziativa dei cittadini europei sull’erbicida glifosato, in particolare la richiesta di un maggiore accesso agli studi utilizzati nell’approvazione dei pesticidi.

“La valutazione Ue dei rischi per la sicurezza alimentare è già una delle più severe al mondo – commenta il commissario alla salute Vytenis Andriukaitis – ma vogliamo rafforzarla ulteriormente con regole di trasparenza più chiare e una comunicazione del rischio più efficace”. Il commissario vorrebbe vedere le nuove regole approvate già nel 2019. “Invito gli Stati membri e il Parlamento europeo a trasformare rapidamente questa proposta in legge, in modo da poter rispondere concretamente ai cittadini prima delle elezioni europee del prossimo anno”, ha detto.


Fonte: ansa.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein