Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
LAST NEWS
Modello 730/2019: le novità su detrazioni e deduzioniDef, Tria in audizione: “Aumento Iva confermato in attesa di alternative”UniCredit pagherà 1,3 miliardi di dollari agli Stati Uniti per aver violato le sanzioni contro l’IranIl Garante europeo per la protezione dei dati sta indagando se i servizi offerti da Microsoft rispettano il GDPRIncidente sul lavoro a Milano, muoiono due operai napoletaniIl governo ha tagliato i fondi contro gli infortuni e per la sicurezza sul lavoroRiciclaggio, conto salato per le banche europee: multe per oltre 16 miliardi di dollariMulte e tasse locali, arriva il condono: niente sanzioni e interessiTrattamento dati sulla salute in ambito sanitarioLa Commissione europea ha multato Google per 1,49 miliardi di euroGlifosato, la Corte Ue bacchetta Efsa: dovrà rendere pubblici gli studi di tossicità.Agenzia Entrate: la fatturazione elettronica ha già fatto emergere una maxi-frodeCake design, serve l’HACCP?Come conservare il cibo secondo l’HACCPSocial, il blackout più lungo della storia: Facebook, Instagram e WhatsApp down da 14 oreImporre anche a Pechino il regolamento europeo per proteggere i dati sul 5GFirmato dall’Italia il Protocollo emendativo della Convenzione 108 sulla protezione degli individui rispetto al trattamento automatizzato dei dati personaliPrivacy: le regole sul trasferimento di dati UK-UE in caso di “Hard Brexit”Privacy: no all’accesso civico generalizzato su pratiche SCIA e CILADati dei defunti: in Italia continuano a essere tutelati

Telemarketing indesiderato: 600 mila euro di sanzione a Wind Tre 

Il Garante per la privacy ha ordinato a Wind Tre S.p.A. il pagamento di una sanzione di 600 mila euro per gravi violazioni della normativa sulla protezione dei dati personali nel corso di attività di marketing telefonico, anche tramite sms.

La sanzione è giunta a seguito di un provvedimento adottato prima dell’entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo, con il quale il Garante, sulla base di numerose segnalazioni, aveva dichiarato illecito il trattamento dei dati dei clienti effettuato dalla società telefonica e vietato l’ulteriore uso di tali dati a fini di marketing. Wind Tre aveva infatti usato senza consenso i dati dei clienti a fini promozionali e sempre senza consenso li aveva comunicati alla rete dei partner commerciali. Il trattamento illecito è derivato principalmente da due violazioni.

La prima ha riguardato la mancata verifica delle liste di chi non desiderava essere contattato a scopi pubblicitari (“black list”), detenute dalla società, nelle quali erano presenti i segnalanti.

La seconda è dipesa da una sistematica e prolungata comunicazione illecita di dati della clientela a terzi, cioè appunto ai partner commerciali. La società infatti aveva erroneamente qualificato la maggior parte dei punti vendita come titolari autonomi, anziché come responsabili del trattamento, incorrendo così in una  illecita comunicazione.

Nel definire l’importo dovuto, l’Autorità ha tenuto conto della gravità delle violazioni contestate, come il fatto che siano stati impiegati differenti canali di contatto (telefonate, sms) con esponenziale aumento dell’invasività delle campagne promozionali, ma anche – in termini favorevoli – del fatto che Wind Tre abbia posto in essere autonome iniziative per eliminare le criticità prima ancora dell’adozione del provvedimento di divieto, poi ulteriormente rafforzate per  adeguarsi alle novità introdotte dal Regolamento Ue.

La società ha proceduto al pagamento della sanzione nei termini previsti.


Fonte: garanteprivacy.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

LOGO-SUBITO-HACCP

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.