LAST NEWS
La sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’internoWi-Fi pubblico gratuito, il Garante chiede all’Agid più tutele per gli utentiTelemarketing aggressivo. Dal Garante privacy sanzione a Vodafone per 12 milioni 250 mila euroReferti on line accessibili ad altri pazienti, il Garante sanziona un policlinicoNuove ispezioni del Garante su fatturazione elettronica, data breach e food deliverySpid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’estero

Windows 10, novità sulla gestione della privacywindows10

Microsoft continua a lavorare sulla gestione della privacy degli utenti all’interno di Windows 10. Nel corso dell’ultimo anno, la casa di Redmond ha apportato diverse modifiche atte a soddisfare le richieste dei Regolatori nazionali che chiedevano che gli utenti potessero avere un maggiore controllo sui dati che il sistema operativo raccoglie ed invia a Microsoft. All’interno dell’ultima build 17115 di Windows 10 Redstone 4 rilasciata agli Insider nella serata di ieri, il gigante del software ha introdotto una serie di modifiche ai controlli della privacy del sistema operativo.

Nello specifico, gli Insider potranno accedere ad una nuova serie di schermate da cui sarà possibile configurare molte delle opzioni di gestione della privacy di Windows 10. In realtà, Microsoft sta ancora affinando questo nuovo sistema di gestione della privacy e proprio per questo non tutti gli Insider visualizzeranno le medesime opzioni. Un gruppo, infatti, troverà solamente due sezioni, una riguardante la raccolta dei dati concernente la scrittura con il pennino ed una che permette di gestire le impostazioni dei servizi di localizzazione. Altri Insider, invece, avranno a disposizione ben 7 pagine differenti da cui gestire le impostazioni. L’obiettivo della casa di Redmond è quello di trovare la soluzione migliore da offrire agli utenti finali all’interno del sistema operativo.

Queste novità arriveranno all’interno di Redstone 4 insieme alle ulteriori modifiche sulla gestione dei dati raccolti che Microsoft aveva annunciato a gennaio. Trattasi di un importante sforzo da parte del gigante del software per risolvere alla radice tutte le polemiche da parte di chi ha sempre considerato Windows 10 come un “grande keylogger” in grado di analizzare e registrare tutte le attività degli utenti.

Redstone 4 arriverà nelle mani degli utenti Windows 10 nel corso della primavera anche se al momento non è stata ancora ufficializzata una data precisa.


Fonte: webnews.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37
ISO 9001 2015

Newsletter WPS

ico emailRimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein