LAST NEWS
La sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’internoWi-Fi pubblico gratuito, il Garante chiede all’Agid più tutele per gli utentiTelemarketing aggressivo. Dal Garante privacy sanzione a Vodafone per 12 milioni 250 mila euroReferti on line accessibili ad altri pazienti, il Garante sanziona un policlinicoNuove ispezioni del Garante su fatturazione elettronica, data breach e food deliverySpid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’estero

Geoblocking addio: dal 2018 in Europa gli acquisti online non avranno più confinigeoblocking

Addio “geoblocking”: dopo l’abbattimento del roaming europeo, sta per arrivare un altro successo che consentirà ai cittadini europei di acquistare beni o servizi online liberamente in altri Paesi dell’Unione. La decisione è stata presa dal Parlamento Europeo, dal Consiglio e dalla Commissione a seguito degli accordi presi nel corso del Digital Summit tenutosi a Tallinn lo scorso settembre.

Ingiustificato geoblocking”, così viene definita la pratica che impediva fino ad oggi alla popolazione dell’Unione Europea di fare shopping online senza vincoli territoriali all’interno dei confini comunitari.”

“Oggi abbiamo posto la parola fine ad una ingiustificata discriminazione quando si fa shopping online”, ha affermato il  Vice Presidente Andrus Ansip, responsabile per il Digital Single Market. “Questa è una grande notizia per i consumatori. Con le nuove regole, gli Europei potranno scegliere da quale sito fare acquisti senza essere bloccati o re-indirizzati. Questo diventerà realtà entro il Natale del prossimo anno”.

Bisogna dunque attendere dicembre 2018 affinché il nuovo regolamento venga applicato: l’attesa verrà compensata dalla possibilità di acquistare i propri prodotti e servizi preferiti online in qualsiasi Paese dell’Unione, o anche noleggiare un’auto o comprare i biglietti di un concerto su un sito di un altro Paese. In poche parole, è come se i negozi online venissero equiparati a quelli fisici presenti nelle città dell’Unione Europea, in cui tutti i cittadini comunitari possono entrare liberamente per fare acquisti senza alcuna discriminazione.


Fonte: hdblog.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37
ISO 9001 2015

Newsletter WPS

ico emailRimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein