LAST NEWS
Garante, no a misure locali Green Pass che violano privacy“Informative privacy più chiare grazie alle icone? E’ possibile”Covid, il Garante della privacy: “No a passaporti vaccinali, serve una legge”Vaccinazione dei dipendenti: le FAQ del Garante privacy – Principi generali e focus sugli operatori sanitariDal Consiglio d’Europa le linee guida sul riconoscimento faccialeLavoro: Garante, no all’uso delle impronte digitali dei dipendenti se manca base normativaData breach sanitari, il Garante privacy sanziona tre struttureL’obbligo della nomina del coordinatore per la sicurezza nei cantieriDati Inail: gli infortuni sul lavoro nell’anno della pandemia“Se non ha l’età, i social possono attendere”. Lo spot del Garante privacy e di Telefono Azzurro per sensibilizzare i genitori“I tuoi dati sono un tesoro”: il video del Garante per raccontare cos’è la privacyTik Tok: dopo il caso della bimba di Palermo, il Garante privacy dispone il blocco del socialMancata tracciabilità di 125 kg di prodotti alimentari, multa e denunciaSulla non responsabilità del DdL per un infortunioWhatsapp: Garante privacy, informativa agli utenti poco chiara. L’Autorità intenzionata ad intervenire anche in via d’urgenzaLa sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISS

Da privacy a shopping, rischi da speaker

Gli speaker da salotto come Amazon Echo e Google Home nascono per semplificare la vita, come una sorta di maggiordomi, ma rappresentano anche un rischio per chi se li mette in casa. Il pericolo più serio, spiegano gli esperti di sicurezza di Symantec in vista degli acquisti legati al Black Friday, è che un hacker nel prenda il controllo. Ma preoccupazioni ci sono anche per la privacy e per lo shopping online non voluto.

Come per tutti i dispositivi connessi a internet, osserva Symantec, c’è il rischio che hacker infettino lo speaker e ne prendano il controllo. Per questo occorre evitare di usare gli assistenti virtuali degli altoparlanti per ricordare password o dati relativi alla carta di credito. Così come va evitato di collegare lo speaker alla chiave elettronica di casa: un ladro dietro la porta potrebbe entrare semplicemente pronunciando “apri la porta”. Gli altoparlanti, e specialmente Echo di Amazon, sono pensati anche per velocizzare lo shopping online.

Ciò significa che chiunque sia in casa potrebbe fare un acquisto con un comando vocale. La cronaca ha già reso noti casi di bimbi che hanno comprato giocattoli chiedendoli all’assistente Alexa.

Per evitarlo si può disattivare la funzione shopping del dispositivo, impostare una password o fare in modo che lo speaker riconosca solo la voce del proprietario.

Uno dei timori più sentiti è quello relativo alla privacy, visto che lo speaker è costantemente in ascolto e registra quando gli si parla. Gli esperti consigliano di proteggere l’account collegato all’altoparlante con una password forte e l’autenticazione a due fattori (poiché chiunque riuscisse ad averne accesso potrebbe ascoltare quel che si dice in casa), e di cancellare di tanto in tanto le registrazioni.


Fonte: ansa.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein