LAST NEWS
“Informative privacy più chiare grazie alle icone? E’ possibile”Covid, il Garante della privacy: “No a passaporti vaccinali, serve una legge”Vaccinazione dei dipendenti: le FAQ del Garante privacy – Principi generali e focus sugli operatori sanitariDal Consiglio d’Europa le linee guida sul riconoscimento faccialeLavoro: Garante, no all’uso delle impronte digitali dei dipendenti se manca base normativaData breach sanitari, il Garante privacy sanziona tre struttureL’obbligo della nomina del coordinatore per la sicurezza nei cantieriDati Inail: gli infortuni sul lavoro nell’anno della pandemia“Se non ha l’età, i social possono attendere”. Lo spot del Garante privacy e di Telefono Azzurro per sensibilizzare i genitori“I tuoi dati sono un tesoro”: il video del Garante per raccontare cos’è la privacyTik Tok: dopo il caso della bimba di Palermo, il Garante privacy dispone il blocco del socialMancata tracciabilità di 125 kg di prodotti alimentari, multa e denunciaSulla non responsabilità del DdL per un infortunioWhatsapp: Garante privacy, informativa agli utenti poco chiara. L’Autorità intenzionata ad intervenire anche in via d’urgenzaLa sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’interno

Password: nel 2017 “Star Wars” tra le preferite, prima new entry “letmein”

Nel 2017 tra le password più gettonate figura Star Wars. Con l’arrivo nelle sale cinematografiche dell’ottavo film della saga di Guerre stellari, “Gli ultimi Jedi”, il titolo è diventato molto popolare nella scelta degli internauti, che hanno così semplificato la vita a ladri di identità e cybercriminali.

.Nell’elenco realizzato dalla società SplashData, che ha preso in esame oltre cinque milioni di password svelate quest’anno in Usa ed Europa occidentale, “starwars” è in sedicesima posizione. Ai primi due posti ci sono le due parole chiave che per i pirati informatici sono una vera manna: 123456 e password.

Quando c’è da scegliere una combinazione segreta per proteggere e-mail, conto bancario, foto private e documenti seri, gli internauti non brillano certo per fantasia. I numeri, ad esempio, vanno molto di moda. Scorrendo la classifica si trovano “12345678” al terzo posto, “12345” al quinto, “123456789” al sesto e così via. C’è poi chi pensa di essere furbo e usa le parole più comuni, ma ritoccate con semplici stratagemmi come lo zero al posto della O in password, trovata che si piazza al diciannovesimo posto tra le combinazioni più usate.

Le password a rischio – “Gli hacker conoscono i vostri trucchi – avverte il Ceo di SplashData, Morgan Slain -. La semplice modifica di una password facile da indovinare non la rende sicura”. Tra le “new entry”, comprese tra le cento più abusate e quindi più rischiose troviamo al primo posto “letmein” (fammi entrare), in settima posizione nella classifica generale, seguita da “iloveyou” (ti amo) in decima.

Nella classifica delle password che peggio proteggono i nostri account, il primo sport che si trova è il football, che conquista il nono posto. La prima squadra sono i Lakers e il primo e unico giocatore è l’ex cestista Michael Jordan, ricordato nella parola chiave “jordan23” (23 era il numero di maglia).

Harley e Robert – Tra i mezzi di trasporto quello più utilizzato è la Harley, e su quattro ruote la Ferrari, che batte la Mercedes. Il primo cibo, invece, è il formaggio. Molto presenti nella classifica, dove non mancano parolacce e parti anatomiche, anche i nomi di battesimo, tra cui il più digitato è Robert. Tutte scelte che non sono per niente sicure. “Gli hacker – spiega Slain – usano termini comuni come quelli dello sport per entrare negli account: sanno che la gente vi fa spesso ricorso perchè sono parole facili da ricordare”.


Fonte: tgcom24.mediaset.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein