Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
LAST NEWS
Modello 730/2019: le novità su detrazioni e deduzioniDef, Tria in audizione: “Aumento Iva confermato in attesa di alternative”UniCredit pagherà 1,3 miliardi di dollari agli Stati Uniti per aver violato le sanzioni contro l’IranIl Garante europeo per la protezione dei dati sta indagando se i servizi offerti da Microsoft rispettano il GDPRIncidente sul lavoro a Milano, muoiono due operai napoletaniIl governo ha tagliato i fondi contro gli infortuni e per la sicurezza sul lavoroRiciclaggio, conto salato per le banche europee: multe per oltre 16 miliardi di dollariMulte e tasse locali, arriva il condono: niente sanzioni e interessiTrattamento dati sulla salute in ambito sanitarioLa Commissione europea ha multato Google per 1,49 miliardi di euroGlifosato, la Corte Ue bacchetta Efsa: dovrà rendere pubblici gli studi di tossicità.Agenzia Entrate: la fatturazione elettronica ha già fatto emergere una maxi-frodeCake design, serve l’HACCP?Come conservare il cibo secondo l’HACCPSocial, il blackout più lungo della storia: Facebook, Instagram e WhatsApp down da 14 oreImporre anche a Pechino il regolamento europeo per proteggere i dati sul 5GFirmato dall’Italia il Protocollo emendativo della Convenzione 108 sulla protezione degli individui rispetto al trattamento automatizzato dei dati personaliPrivacy: le regole sul trasferimento di dati UK-UE in caso di “Hard Brexit”Privacy: no all’accesso civico generalizzato su pratiche SCIA e CILADati dei defunti: in Italia continuano a essere tutelati

Agenzia Entrate: la fatturazione elettronica ha già fatto emergere una maxi-frode

La fatturazione elettronica in poco più di due mesi ha consentito di smascherare un complesso sistema di frodi basato su società cartiere e bloccare falsi crediti IVA per 688 milioni di euro. L’Agenzia delle Entrate oggi ha diffuso un report sull’attività 2018 e qualche anticipazione sulla e-fattura.

“Dopo la prima fase di avvio, la fatturazione elettronica è entrata nel vivo e nel quotidiano di milioni di italiani”, sottolinea l’Agenzia. “Sono, ad oggi, circa 2,7 milioni gli operatori che hanno inviato 350 milioni di e-fatture, con una percentuale di scarto pari al 3,85%”. Le analisi del rischio basate su e-fatture e il confronto con i dati del portale “Fatture e corrispettivi” ha consentito di rilevare le incongruità e agire. Si parla di complessivi “acquisti fittizi” per 3,2 miliardi di euro che avrebbero generato crediti IVA per 688 milioni.

Ma come funziona lo schema della frode? In pratica due o più società cartiere creano e scambiano fatture false. Dopodiché inseriscono nella dichiarazione acquisti imponibili di importo rilevante per generare crediti IVA falsi. A quel punto o sfruttano la compensazione diretta o procedono tramite accollo dei debiti di altre società. Oppure ancora cedono i crediti IVA ad altre società per l’utilizzo in compensazione.

L’incrocio dei dati con la fatturazione elettronica fa emergere crediti gonfiati, assenza di fatture o fatture emesse da soggetti ad elevato profilo di rischio. 100 verificatori dell’Agenzia nel frattempo sono impegnati in attività di indagine che permettono di rilevare sedi inesistenti, attività economiche assenti e acquisti fittizi per importi molto consistenti.

Il risultato di questa attività ha consentito in questi ultimi mesi, ad esempio, di individuare 37 soggetti dediti al commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi in 11 province di 7 regioni italiane.


Fonte: tomshw.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

LOGO-SUBITO-HACCP

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.