LAST NEWS
La sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’internoWi-Fi pubblico gratuito, il Garante chiede all’Agid più tutele per gli utentiTelemarketing aggressivo. Dal Garante privacy sanzione a Vodafone per 12 milioni 250 mila euroReferti on line accessibili ad altri pazienti, il Garante sanziona un policlinicoNuove ispezioni del Garante su fatturazione elettronica, data breach e food deliverySpid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’estero

Bonus cultura da 500 euro, solo il 61% dei diciottenni l’ha utilizzato

Solo il 61% dei ragazzi nati nel 1998, poco più di 351 mila diciottenni, ha richiesto il bonus da 500 euro messo a disposizione dal governo Renzi. Su 290 milioni stanziati ne sono avanzati circa 114; metà dei bonus prenotati, corrispondenti a 90 milioni di euro, devono ancora essere spesi. I 579 mila ragazzi che hanno raggiunto o che stanno per raggiungere la maggiore età non hanno sfruttato pienamente i 500 euro messi a disposizione per corsi (di teatro, lingua e musica), libri, concerti, cinema, danza, musei, eventi culturali. Il bonus non è andato come si sperava e non è certo che venga finanziato nuovamente nel 2018.

Ci sono ancora tre mesi per utilizzare le risorse messe a disposizione dal Governo, che per essere pienamente sfruttate dovrebbero procedere a ritmo di un milione di euro al giorno.

I ragazzi del ’99, contrariamente a quelli del ’98, possono acquistare anche musica in streaming e album digitali. Lo scorso anno si è puntato su cinema e libri rispettivamente per il 77 e 18%.

I nati nel 1999 potranno spendere il bonus di 500 euro entro il 31 dicembre 2018, ma la domanda deve essere fatta entro il 30 giugno dello stesso anno su 18 App, come accadde per il bonus cultura per i ragazzi nati nel 1998.

Secondo molte persone, l’iniziativa avrebbe riscosso poco successo per le difficoltà legate a Spid, l’attribuzione dell’identità digitale che i ragazzi devono chiedere rivolgendosi a uno dei gestori di identità accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale.


Fonte: wired.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37
ISO 9001 2015

Newsletter WPS

ico emailRimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein