LAST NEWS
“Informative privacy più chiare grazie alle icone? E’ possibile”Covid, il Garante della privacy: “No a passaporti vaccinali, serve una legge”Vaccinazione dei dipendenti: le FAQ del Garante privacy – Principi generali e focus sugli operatori sanitariDal Consiglio d’Europa le linee guida sul riconoscimento faccialeLavoro: Garante, no all’uso delle impronte digitali dei dipendenti se manca base normativaData breach sanitari, il Garante privacy sanziona tre struttureL’obbligo della nomina del coordinatore per la sicurezza nei cantieriDati Inail: gli infortuni sul lavoro nell’anno della pandemia“Se non ha l’età, i social possono attendere”. Lo spot del Garante privacy e di Telefono Azzurro per sensibilizzare i genitori“I tuoi dati sono un tesoro”: il video del Garante per raccontare cos’è la privacyTik Tok: dopo il caso della bimba di Palermo, il Garante privacy dispone il blocco del socialMancata tracciabilità di 125 kg di prodotti alimentari, multa e denunciaSulla non responsabilità del DdL per un infortunioWhatsapp: Garante privacy, informativa agli utenti poco chiara. L’Autorità intenzionata ad intervenire anche in via d’urgenzaLa sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’interno

I brand che valgono di più nel 2017, sale Microsoft giù CocaCola

Come ogni anno dal 2000, l’azienda di consulenza newyorkese Interbrand, leader mondiale in valutazione, strategia e management del marchio, ha stilato la classifica Best Global Brands, elencando i 100 brand con il maggior valore – economico, ma non solo – del 2017. Il focus di quest’anno verte sul tema “Growth in a Changing World”, che oltre al marchio in sé pondera accuratamente anche i fattori chiave di people e technology.

Non a caso: anche quest’anno è infatti il settore tecnologico a farla da padrone, con Apple, Google e Microsoft sui primi tre gradini del podio. La mamma dell’iPhone si conferma in testa alla classifica per il quinto anno consecutivo, con un valore del marchio di 184,2 miliardi di dollari, in aumento del 3% rispetto al 2016. Big G conferma la propria altrettanto longeva presenza al secondo posto, con un brand value di 141,7 miliardi di dollari, in crescita del 6% sull’anno precedente. La sorpresa è Microsoft, che dal quinto posto mantenuto dal 2012 al 2014 è salita al quarto negli anni 2015 e 2016 e si aggiudica la medaglia di bronzo nel 2017, insieme a una valutazione di quasi 80 miliardi, il 10% in più rispetto ai 72,8 dell’anno scorso.

A cederle il posto è CocaCola, il cui brand value, oggi di quasi 70 miliardi di dollari, ha perso il 4% nel 2015, il 7% nel 2016 e un ulteriore 5% quest’anno, classificandosi per la prima volta nella storia della Best Global Brands al quarto posto – per una perdita di valore netta del 10,4% da quando, nel non lontano 2012, era prima in classifica.


Fonte:wired.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein