LAST NEWS
Mancata tracciabilità di 125 kg di prodotti alimentari, multa e denunciaSulla non responsabilità del DdL per un infortunioWhatsapp: Garante privacy, informativa agli utenti poco chiara. L’Autorità intenzionata ad intervenire anche in via d’urgenzaLa sicurezza nel campionamento di suoli con possibile presenza di amiantoFascicolo sanitario elettronico: nessuna scadenza per l’inserimento dei datiGarante privacy a un call center: tutelare la dignità dei lavoratoriTik Tok, a rischio la privacy dei minori: il Garante avvia il procedimento contro il social networkNorme igieniche e precauzioni per la ristorazione con servizio d’asporto e a domicilio: linee guida ISSQuestura non rettifica i dati, il Garante privacy sanziona il Ministero dell’internoWi-Fi pubblico gratuito, il Garante chiede all’Agid più tutele per gli utentiTelemarketing aggressivo. Dal Garante privacy sanzione a Vodafone per 12 milioni 250 mila euroReferti on line accessibili ad altri pazienti, il Garante sanziona un policlinicoNuove ispezioni del Garante su fatturazione elettronica, data breach e food deliverySpid: ok del Garante privacy a nuove modalità per il rilascio dell’identità digitaleConcorsi pubblici, Garante: i dati dei partecipanti devono essere blindatiReferti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da Antitrust

Perché gli sportelli bancomat in Italia sono così lenti?

Il rapporto è, all’incirca, lo stesso di medici di base e pazienti. Uno ogni 1.200. In Italia sono attivi 51.792 sportelli automatici per il prelievo di denaro. O atm (automated teller machine, cassa bancaria automatica), meglio noti come bancomat.

La prima macchina è stata installata cinquant’anni fa, nel giugno del 1967 a Londra. Perché approdasse in Italia ci è voluto qualche annetto. Da allora, tuttavia, gli atm hanno fatto pochi balzi in avanti. Le banche hanno aggiunto servizi, migliorato l’interazione con il cliente, ma nella sostanza gli sportelli sono rimasti molto simili ai loro antenati. Non è progredita granché neppure la tecnologia, sicché si spiega perché i “bancomat” non brillino per velocità, nonostante debbano sbrigare operazioni di pochi secondi.

La lentezza degli sportelli è determinata da vari fattori. Primo: le macchine sono datate. “Questi apparecchi hanno un ciclo di vita in media di 7-10 anni. Dietro ad ogni atm vi è di fatto un pc, e come qualsiasi pc risente dell’avanzamento tecnologico: col passare degli anni alcune componenti possono diventare obsolete, e magari rallentare il servizio di prelievo”, spiega Sergio Moggia, direttore generale di Bancomat spa, che gestisce il circuito di pagamenti.

A giugno l’ex consorzio è diventato una società per azioni. Negli anni, su queste macchine già lente si sono stratificati software su software peroffrire nuovi servizi alla clientela. “Dieci anni fa agli atm si potevano effettuare prelievi, saldi dei conti e ricariche telefoniche”, ricorda Moggia: “Oggi le banche hanno trasferito parte dell’offerta sugli atm.

Fonte: wired.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37
ISO 9001 2015

Newsletter WPS

ico emailRimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein