Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
LAST NEWS
Dati in cambio di soldi: il Garante privacy porta la questione in Europa. Sotto la lente dell’Autorità la app “Weople”Nexi: Nessun attacco hacker o fuga di informazioniPackaging alimentare, uno studio europeo: “Trovate sostanze pericolose, Ue stabilisca nuovi limiti”Gdpr: le prescrizioni del Garante per poter trattare categorie particolari di datiI dati anonimi non sono sufficienti a proteggere la privacy, risalire agli utenti è facilissimoFacebook, multa da 5 miliardi di dollari per violazione della privacyIsee precompilato: Garante, ok alla prima fase attuativaFirmato il nuovo contratto dei medici, era atteso da 10 anni: 200 euro di aumento medio mensileMarmellata con allergene: questi i lotti richiamati dai supermercati ConadGarante privacy: no spam ai possessori di carte fedeltàSicurezza informatica, il «Gdpr» fatica a decollare: sanzioni in ritardo e poche segnalazioniLa Commissione Europea ha aperto un’indagine nei confronti di Amazon per sospetta concorrenza slealePrivacy e dati sensibili. Ma i nostri sanitari conoscono la legge?WhatsApp e Telegram: privacy a rischio con l’invio di foto e file multimedialiIl responsabile HACCPUE, in Gazzetta Ufficiale la Guida sui requisiti per l’igiene dei mangimiGdpr: il Garante Privacy a supporto delle impreseOffice 365 bandito da alcune scuole tedesche: viola le norme sulla privacyIncidenti sul lavoro, nel bresciano muore operaio di 58 anni schiacciato da un macchinarioReddito di cittadinanza: Garante Privacy, ok a regole per accessi selettivi ai dati

Come proteggere la propria privacy online e navigare senza lasciare tracceprivacy online

Navigare su Internet espone i nostri dati in modo abbastanza significativo. E succede nonostante le accortezze del caso e i nuovi regolamenti (come il GDPR). Per questo, in rete, si trovano tool in grado di massimizzare la tutela dei nostri dati durante la navigazione. A partire da quelli che offrono gli stessi browser.

Da Chrome a Safari, da Opera a Firefox e a Edge, tutti i browser disponibili sul mercato dispongono di una opzione di navigazione in incognito.

È una tipologia che consente all’utente di non lasciare tracce della sua navigazione sul dispositivo dal quale sta navigando: niente cronologia, niente cookie, niente dati inseriti nella compilazione dei moduli (come mail, indirizzi ecc.).

Per attivare la navigazione in incognito basta andare nel menu del browser dal quale si sta navigando e cliccare sulla voce “Nuova finestra di navigazione in incognito” o “nuova finestra privata”.

È una buona prassi, specie quando si naviga da computer non personali come quelli di un luogo pubblico o di un hotel.

Tuttavia, la navigazione in incognito non va confusa con la navigazione anonima, che è ben più efficace nella protezione dei nostri dati – perché camuffa anche il nostro indirizzo Ip – ed è effettuabile solo attraverso software specifici come Tor.

Per quanto riguarda le protezioni di sicurezza online, inoltre, esistono tool specifici come TunnelBear e Ghostery. Si tratta di programmi che hanno lo scopo di proteggere la privacy e garantire più anonimato online. TunnelBear crittografa principalmente la connessione internet generale, mentre Ghostery blocca i vari software che vogliono tener traccia della navigazione. Entrambe le piattaforme dispongono di versioni desktop e mobile.

Ma vediamole più nel dettaglio: TunnelBear è in sostanza un servizio di rete privata virtuale (VPN), ed è progettato per proteggere i dati trasferiti dal computer dell’utente su Internet. Funziona attraverso un server sicuro (a volte chiamato “tunneling”).

I dati trasferiti dal computer sono crittografati e la VPN può anche mascherare la posizione del computer o far pensare di essere connessi da un altro Paese. Utilizzando TunnelBear, si ha la sensazione che la connessione sia più lenta. Ma per i maniaci della privacy ha un senso, anche perché il software è totalmente gratuito.

Per quanto riguarda Ghostery, invece, questa è un’estensione gratuita che funziona con la maggior parte dei browser per bloccare gli annunci e i tracker Web. Il risultato è che la navigazione puà risultare meno profilata. Va detto che sempre più siti bloccano il caricamento dei loro contenuti quando riscontrano la presenza di estensioni come Ghostery o AdBlock.


Fonte: ilsole24ore.com

Chiusura Estiva

Gli uffici di WPS Group rimarranno chiusi per le ferie estive dal 12 al 23 Agosto 2019

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.