LAST NEWS
Referti online – Le domande più frequentiDpcm, Conte: I sindaci possono chiudere le piazze. Didattica in presenzaNuovo Dpcm di ottobre: mascherine all’aperto, divieto di ballo e limiti alle festeFascicolo Sanitario ElettronicoRaccomandate non consegnate, multa di 5 milioni a Poste Italiane da AntitrustFacebook, l’Irlanda blocca il trasferimento dei dati verso gli Usa: i rischi per il social senza un nuovo Privacy ShieldLo smart working accelera l’evoluzione digitale, il caso di Eni: così il palazzo di vetro lavora da casaCOVID-19: come comportarsi con i lavoratori in rientro dall’esteroMinori in vacanza Garante privacy a media: evitare dannose esposizioniSicurezza sul lavoro e diritti al cinema: a Torino la prima edizione del Job Film DaysCoronavirus, le linee guida del Mit: dalla misurazione della febbre prima di salire sul scuolabus al distanziamentoIl rientro al lavoro dei soggetti fragiliGarante per la Privacy, Stanzione è il nuovo presidenteCoronavirus, al via allo Spallanzani la sperimentazione del vaccino italianoCOVID-19: gestione del rischio e sfera di competenza del datore di lavoroInfortuni sul lavoro, ferito un operaio ArcelorMittalIl Bonus vacanze arriva via app: richieste dal 1° luglio, ecco come ottenerloScuola: Privacy, pubblicazione voti online è invasiva Ammissione non sull’albo ma in piattaforme che evitino rischiGarante, no agli accessi indebiti ai dossier sanitariWhistleblowing non sicuro: Garante privacy sanziona un’università per 30.000 €

Spioni alla larga con l’app di Edward Snowden

Avete bisogno di un sistema di sorveglianza portatile per difendere la vostra privacy? In realtà lo avete già, è il vostro smartphone. Tutto quello di cui avete bisogno per attivarne il potenziale è Haven, la nuova app di Edward Snowden. Ex tecnico della CIA, consulente per l’NSA, Snowden è noto ai più per aver dato il via al Datagate con le sue rivelazioni sui programmi di sorveglianza segreti delle agenzie nazionali di intelligence: chi dunque meglio di lui può essere considerato un esperto del settore?

Haven è un’app open source sviluppata per il sistema operativo Android e pensata per sfruttare i sensori di cui gli smartphone attuali sono dotati, per proteggere lo spazio personale da intrusioniquando siamo lontani. Pensate ad esempio a una biblioteca o a un altro spazio pubblico in cui siamo costretti ad allontanarci dal nostro portatile o PC: in nostra assenza lo smartphone grazie a Haven veglierà per noi, assicurandosi che nessuno venga a ficcare il naso nei nostri affari.

Haven infatti sfrutta sensori dello smartphone per rilevare suoni, immagini, movimenti e vibrazioni attorno alla nostra postazione, alla ricerca di eventuali intrusi. I dati non saranno salvati nel cloud, ma l’app aggiornerà invece un log e invierà via SMS un avviso in caso di pericolo.

Sviluppata nell’ambito di un progetto della Freedom of Press Foundation e finanziato tra gli altri anche da un’azienda legata a The Intercept, una webzine la cui mission è quella di diffondere notizie sui sistemi di sorveglianza di massa, Haven  utilizza anche diversi protocolli sicuri come Tor Onion Service, lo stesso utilizzato per il browser Tor, mentre gli SMS vengono gestiti tramite l’app di messagistica sicura Signal.

Come detto Haven è completamente open-source e i programmatori possono quindi scaricarne il codice sorgente da GitHub, mentre gli utenti trovano l’app sul Play Store ufficiale o su F-Droid, un app store open source per Android.

“Abbiamo progettato Haven per i giornalisti investigativi, i difensori dei diritti umani e le persone a rischio di sparizione forzata per offrire un nuovo tipo di immunità” è spiegato sul sito ufficiale dell’app. “Combinando la gamma di sensori presenti in qualsiasi smartphone, con le tecnologie di comunicazione più sicure al mondo, come Signal e Tor, Haven impedisce al peggior tipo di persone di mettere a tacere i cittadini senza farsi prendere in flagrante”.

Haven ovviamente potrebbe essere utilizzato anche a scopi opposti, ad esempio proprio per “spiare” qualcuno attraverso al registrazione di video e suoni, eventualità che mette ancora una volta l’accento sulla pervasività della tecnologia, i rischi del controllo di massa e, soprattutto, la natura stessa della tecnologia e dell’uomo. Haven, come tutti i prodotti hi-tech, è infatti di per sé uno strumento neutro. È l’intenzione con cui viene impiegato a fare la differenza. Un buon motivo per continuare a temere gli uomini e non la tecnologia.


Fonte: tomshw.it

WIDGET-WPSACADEMY

WIDGET-SPOTTV

WPS Group è certificata ISO 9001:2015

Quality Management System
EA 35A & 37

Newsletter WPS

Rimani aggiornato per non perdere novità e promozioni!

RICORDATI …

“Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”

Albert Einstein